MOSTRA INTERNAZIONALE DEL CINEMA VENEZIA 2019 | GOOD IN ITALY WEBTV - GOOD IN ITALY

PRESIDENTE ON. SANDRA CIOFFI
IN COLLABORAZIONE CON ITA | ITALIAN TALENT ASSOCIATION
Direttore Stefania Giacomini
Project Web Manager    Raffaella Giuliani

GIORNALE REGISTRATO AL TRIBUNALE DI ROMA N. 197 DEL 2014
Fondatori Giacomini - Giuliani

Vai ai contenuti

HOME | MOSTRA INTERNAZIONALE DEL CINEMA VENEZIA 2019
|  ARCHIVIO    

MOSTRA INTERNAZIONALE DEL CINEMA VENEZIA 2019 di Daniela d'Isa
Date: 13/07/2019
SPETTACOLO
______________________________________________
MOSTRA INTERNAZIONALE DEL CINEMA VENEZIA 2019 di Daniela d'Isa
Premi all’Italia, contestazioni e moda
Non credo che si debbano solo al giurato Paolo Virzì i premi  italiani della settantaseiesima Mostra Internazionale del Cinema di Venezia: il premio speciale della Giuria a “La Mafia non è più quella di una volta” di Franco Maresco;
la Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile ad Ariane Ascaride di “Gloria Mundi”, coproduzione franco-italiana firmata dal compagno dell’attrice Robert Guédiguian; la Coppa Volpi per il miglior interprete maschile  a Luca Marinelli per “Martin Eden” di Pietro Marcello. Andate a vedere il film liberamente ispirato al romanzo di Jack London, è già nelle sale, e vi convincerete che il trentaquattrenne attore romano Luca Marinelli (lo Zingaro di “Lo chiamavano Jeeg Robot”), è il film stesso, bravissimo. Quindi ha super meritato il suo premio. Tutti dicono che Joaquin Phoenix, protagonista di “Joker” (esce in Italia il 3 ottobre) di Todd Phillips, che ha vinto il Leone d’oro come miglior film, si “consolerà” aggiudicandosi   l’Oscar per questa parte, staremo a vedere.
Il Leone d’Argento-Gran Premio della Giuria è andato a “J’Accuse-L’ufficiale e la spia”, incentrato sull’affare Dreyfus (altra coproduzione Francia-Italia, uno dei produttori è Luca Barbareschi) del contestatissimo Roman Polanski, assente per non alimentare le polemiche. L’ottantasettenne regista, condannato per stupro di una tredicenne nel 1977, da allora risulta latitante negli USA e la presidente della giuria della Mostra, Lucrecia Martel, non ha neppure partecipato al gala del film in solidarietà con le donne vittime di violenza. Il Premio è stato ritirato dalla moglie di Polanski, l’attrice Emmanuelle Seigner. Per vedere “J’Accuse” in Italia bisognerà attendere novembre.
Un’ultima nota non può mancare per Good in Italy web tv: ammiratissima Alessandra Mastronardi, madrina del Mostra, che ha sfoggiato principalmente abiti di grandi stilisti italiani, da Armani a Valentino, da Gucci a Scervino e Prada.
GOOD IN ITALY © 2013  | PRIVACY POLICY  |   EMAIL GOODINITALY@GMAIL.COM
Cierredata srl - Servizi Web e audivisivi |  Sede Legale: Clivo di Cinna,221 – 00136 Roma Tel 06 35404492 Fax +39 1782201336 P.IVA 08838561002
GIORNALE REGISTRATO AL TRIBUNALE DI ROMA N. 197/2014 | Direttore responsabile: Stefania Giacomini
Torna ai contenuti