ITALIANI DESTINAZIONE AUSTRALIA SFIDE ED OPPORTUNITA' | GOOD IN ITALY WEBTV - GOOD IN ITALY

PRESIDENTE ON. SANDRA CIOFFI
IN COLLABORAZIONE CON ITA | ITALIAN TALENT ASSOCIATION
Direttore Stefania Giacomini
Project Web Manager    Raffaella Giuliani

GIORNALE REGISTRATO AL TRIBUNALE DI ROMA N. 197 DEL 2014
Fondatori Giacomini - Giuliani

Vai ai contenuti

HOME |
LE QUATTRO REGINE ANTIVIOLENZA SULLE DONNE |  ARCHIVIO    

ITALIANI DESTINAZIONE AUSTRALIA  SFIDE ED OPPORTUNITA' di Stefania Giacomini
Date: 03/13/2018
EVENTI
______________________________________________
ITALIANI DESTINAZIONE AUSTRALIA  SFIDE ED OPPORTUNITA' di Stefania Giacomini

Il libro"Italiani Destinazione Australia. sfide ed oppotunità", scritto da Bruno Mascitelli e Riccardo Armillei, è stato presentato nella residenza dell'ambasciatore S.E. Greg French che in maniera informale e di grande simpatia ha salutato i presenti con una sua esecuzione alla chitarra. Per la prima volta il testo , edito dal Comites,(Comitato Italiani all'Estero) fa un'analisi dal punto di vista italiano della storia dell'immigrazione, dell'uso dei social dei nostri giovani e

delle associazioni no profit. Un testo prezioso per capire come sia cambiato il flusso degli immigrati nel grande paese australiano che è ancora una meta ambita.
Il continente AUSTRALIA ha una storia di immigrazione di lunga data. Oggi è un paese che registra un Pil di oltre il 3 per cento, ci vivono sette milioni di cittadini arrivati dall'estero e un milione ha origine italiana. Fin dalla seconda guerra mondiale l'Australia adotta una politica per l'immigrazione e l' accoglienza di sfollati e rifugiati. Il grande flusso di italiani avviene dal 1951 al 1969: quasi 300.000 persone, provenienti dal sud Italia, dall'Abruzzo ,dal Friuli e dal Veneto. Scelgono di vivere a Melbourne. Molti di loro , senza istruzione e nessuna formazione trovano lavoro in campagna. Allora però il governo australiano prevedeva una politica  di assistenza e sostegno per permettere di trovare loro una collocazione. Da allora il fenomeno accusa un forte contenimento e solo dopo l' accordo firmato tra l'Italia e l'Australia, il cosiddetto 'Walking Holiday' per accogliere giovani per uno o due anni a fini di studio ne sono arrivati(insediandosi a Sydney stavolta) circa 12.000 , dato questo rilevato grazie a facebook usato come rete di connessione tra questi giovani italiani perche' non esiste più il sistema di accoglienza degli immigrati sostituito in parte da associazioni no profit.
Eppure molti di questi giovani desiderano restare ,cercare lavoro e costruire un futuro. Impresa resa piu' difficile anche perche  è complicato ottenere il visto permanente sia per lungaggini burocratiche  che per ragioni economiche. E alcuni hanno rischiato lo sfruttamento con lavori precari per via del visto temporaneo.
Il libro è un modo per offrire all'Australia uno strumento di studio del fenomeno Italia ."Paese che oggi conta - ha detto il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Roberto Martini - piu' di 5.600.000 italiani stabilmente residenti anche in altri paesi nel mondo".
GOOD IN ITALY © 2013  | PRIVACY POLICY  |   EMAIL GOODINITALY@GMAIL.COM
Cierredata srl - Servizi Web e audivisivi |  Sede Legale: Clivo di Cinna,221 – 00136 Roma Tel 06 35404492 Fax +39 1782201336 P.IVA 08838561002
GIORNALE REGISTRATO AL TRIBUNALE DI ROMA N. 197/2014 | Direttore responsabile: Stefania Giacomini
Torna ai contenuti